SHODŌ

Lo Shodō (書道), letteralmente via della scrittura, è l’arte giapponese della calligrafia. Il termine “via” usato in riferimento a questo tipo di arte, lascia intendere che si tratta di un vero e proprio percorso che porta, con l’affinare della tecnica e dello stile, a un perfezionamento dell’individuo stesso.

Trae origine dalla corrispondente antica arte cinese da cui ha ereditato gli strumenti:

  • Inchiostro nero solido, sotto forma di barretta, che necessita di essere disciolto in acqua.
  • Pietra per preparare l’inchiostro.
  • Carta di fibra vegetale derivata dal legno o da fusti di canapa, bambù, gelso ecc.(la scelta del tipo di carta è fondamentale, perché a seconda del tipo di carta scelto è possibile ottenere effetti calligrafici differenti).
  • Feltro di appoggio su cui poggiare il foglio.
  • Pennelli. Ne esistono di varie forme, materiali e dimensioni a seconda delle esigenze del calligrafo.

Gli stili dello Shodō sono molteplici: dallo stile usato per incidere i sigilli, allo stile più semplice e sintetico, dalla scrittura di caratteri quadrati e angolari a quelli corsivi.

Importante nello Shodō è la postura del corpo, che deve partecipare interamente all’esecuzione. Impiedi o seduto, è fondamentale che la respirazione dell’artista sia libera e regolare.

Per quanto riguarda il testo è possibile trovare una semplice parola, un aforisma o una riflessione, a seconda di ciò che il calligrafo vuole trasmettere.